La madonna piange sperma

sborra

giugno 19, 2007. anatema, sbora.

52 commenti

  1. disordinementale replied:

    Personalmente lascerei cadere in sordina un tentativo tanto goffo e infantile di infastidire chi con le sue posizioni ostacolano i gay. Le lotte per i diritti si devono fare su un livello più elevato, e non sulle provocazioni, vedi Bagnasco (per la par condicio).

    Che non si provi a giustificare parlando di arte e creatività, non regge proprio.

  2. Ju replied:

    Adesso voglio che mettiate un’immagine di Maometto che piange liquido vaginale..per par condicio!!!!!

  3. humberthumbert replied:

    Disordine mentale: intanto non sai neanche cosa è.
    Comunque, a me personalmente non piace molto il fatto che ogni volta che viene fuori una magagna debba tutto ridursi a lotta tra strapotere ecclesiale e lobby omosessuali, preferirei che una situazione del genere fosse vista più per quel che è, cioè una questione di censura, abbastanza cretina, una dimostrazione di sessuofobia, una prova di forza della curia sulle forze politiche che governano la città. Non mi importa nulla di provocazioni o non provocazioni; mi fa incazzare che dei vescovi possano minacciare di far chiudere un locale perchè un titolo contiene contemporaneamente le parole “sperma” e “madonna”. Questo mi fa incazzare enormemente. Io non credo che da parte di Carni Scelte ci fosse alcuna ricerca di pubblicità, credo anzi che nessuno nè da loro nè al Vicolo Bolognetti si aspettasse che potesse venire fuori un tale casino, per una semplice questione di fiducia nell’umana intelligenza. Le speranze si affievoliscono sempre di più.
    Comunque, continuo a non capire come mai tu ti scandalizzi tanto e soprattutto perchè ti ostini a sostenere che non si tratta di “arte e creatività” quando non hai la più pallida idea di cosa trattasse la serata, che è stata cancellata e nessuno ha visto prima. Il tuo è un atteggiamento censorio e ignorante, perchè dà per scontato a priori che un’opera con un titolo del genere debba avere un contenuto privo di valore.
    Io invece posso vantarmi di non avere parlato a priori dello spettacolo, visto che come pubblico nessuno sa niente, ma dell’episodio legato alla sua censura.
    Sottolineo come nè il presidente del quartiere, nè l’arcivescovo, nè la Melandri nè te, Disordinementale, abbiate idea di quello che avete censurato.
    Siete ridicoli.

  4. disordinementale replied:

    Permettimi di replicare.
    La censura non è sempre un male.
    È vero, non conosco il contenuto della serata, ma la cosa è di dubbia importanza, dato che il riferimento è al titolo. Per quanto mi riguarda, il contenuto potrebbe essere stato eccelso, di arguzia e genialità inaudite, ma certo non si sarebbe presentata bene con un titolo così. Il titolo non è l’opera, è piuttosto la copertina, l’involucro. Non comprerei mai una cosa presentatami alla stessa maniera.
    In tal caso, se per ipotesi avessi avuto un tale potere, avrei chiesto non la completa censura, ma il cambio del titolo.
    Non posso spiegarti una cosa tanto semplice come il motivo di tale reazione: si tratta di pura e semplice offesa, mero oltraggio. Per i cattolici la Madonna è come una madre: a nessuno piacerebbe vedere una opera che mette in relazione lo sperma al volto della propria, non trovi? Anche un ateo potrebbe capirlo, solitamente anche gli atei hanno una madre.
    Ora, tenendo in considerazione che chiunque (atei, cattolici e professanti altri credo) conoscono l’importanza della figura per i cattolici, come si definisce l’attraversamento del limite del rispetto?
    Io la chiamo provocazione. Non si tratta di una provocazione? Allora resta una idiozia, una stupidaggine.
    Comunque io non mi incazzerei “enormemente” per un motivo del genere.
    Nel nostro paese esistono contraddizioni e motivi ben più validi per incazzarci.

  5. Rucoline23 replied:

    Personalmente penso che sia ti cattivo gusto, non tanto a riguardo della fede, ma soprattutto per quanto riguarda il rispetto. Un detto dice: “impara l’arte… e mettila da parte”.

  6. humberthumbert replied:

    dis. mentale, finchè la gente pensa che le provocazioni vadano censurate, stiamo freschi.
    quanto a incazzarsi enormemente, io mi incazzo per quello che mi pare.
    anzi guarda. spero proprio che mi facciano chiudere il blog perchè ci abbiamo scritto la madonna piange sperma e dio porco.

  7. humberthumbert replied:

    Rucoline23, tu vieni qui a parlare di cattivo gusto e ti chiami Rucoline. Secondo la vostra logica non dovrei neanche pubblicare il tuo commento e censurarti, visto che hai un nome completamente idiota.

  8. humberthumbert replied:

    copio e incollo dalla pagina myspace di CarniScelte (http://www.myspace.com/carniscelte):

    ” CarniScelte
    sulla questione
    vicolo Bolognetti
    Rassegna CREATIVA, 29 giugno

    Il titolo da noi proposto per la mostra di illustrazioni a tematica queer (e non come erroneamente riportato da tutte le testate performance) “La Madonna Piange Sperma” era stato scartato sin da principio dagli organizzatori e promotori di Kreativa, Jurta, e noi avevamo subito accettato di cambiarlo in “La violenza è cugina della trasgressione”, proprio per evitare polemiche (e nonostante la mostra fosse già stata presentata senza proboblemi col titolo originale a Roma dal 14 al 17 giugno al Forte Prenestino).

    CarniScelte non aveva alcuna intenzione di offendere o turbare la sensibilità dei cattolici, il titolo della mostra è stato generato in funzione di una chiave di lettura pop nello scenario di una cultura di riferimento laica.

    Il disguido quindi è stato più tecnico che altro: nessuna locandina o invito sono stati stampati con quella frase incriminata, i cittadini ne sono venuti a conoscenza solo attraverso lo scandalo mediatico e non alla promozione dell’evento.

    Ci domandiamo: se il titolo è così blasfemo, perchè viene riportato senza alcuna censura su tutte le prime pagine dei quotidiani compreso l’inserto di Avvenire, Bologna 7?

    CarniScelte (che si scrive tutto attaccato, e NON è un collettivo) lavora sull’immaginario, sul gender, sul corpo, sulle sessualità consenzienti, consapevoli e sicure. Gli strumenti di questo lavoro sono l’arte performativa, grafica, video e musicale.
    Alcuni giornali, facendo di tutte le erbe un fascio, ci hanno indebitamente messo sullo stesso piano degli autori di sterili e puerili atti vandalici dallo stile marcatamente vetero-antagonista (vedi la querelle su Bagnasco), CarniScelte genera immaginario radicale attraverso l’arte e la “forma party”, e si dissocia dai contenuti, dai metodi e dal linguaggio scelti dagli autori di questo tipo di proteste.

    La Curia si occupi dei fedeli, delle donne che subiscono violenza e delle persone omosessuali picchiate, a causa di una cultura machista generata da secoli e secoli di oscurantismo sessuale; della gente che tutti i giorni anche nella nostra amata bologna crepa di stenti e a fatica riesce a finire il mese.
    Lasci agli artisti fare cultura in Santa Pace.

    L’anno scorso a Milano, presso il PAC (padiglione d’arte contemporanea) si è tenuta la mostra di Andreas Serrano, artista newyorkese di fama mondiale, sotto il patrocinio del comune di Milano e dell’assessorato Sgarbi alla cultura.
    Una delle opere piu famose di questo artista è il “Piss Christ” (un Cristo immerso in sangue e urina n.d.CS).
    Non ci risulta ci siano state levate di scudi di queste proporzioni e tantomeno nessun politico si sia dovuto scusare a nome dell’artista.

    La mostra “La violenza è cugina della trasgressione” sarà recuperata in data e luogo da definirsi, in spazi che avranno il coraggio di ospitarla.
    La mostra comprende opere di:

    Andreco http://www.myspace.com/andrecoandreco
    Ango the Meek Dead http://www.myspace.com/meekdead
    Caccadura caccadura.com
    Davide Sabatini carniscelte.info
    Dronio dronio.deviantart.com
    Emanuele Ferretti http://www.myspace.com/rodan5
    Jemma Temp http://www.myjemmatemp.org
    Lapis Niger lapisniger.blogspot.com
    Marco Felicioni melanotelia.deviantart.com
    Ideal Crash ideal-crash.deviantart.com
    infidel http://www.flickr.com/photos/ynfidel/
    MP5 mpcinque.com
    Nemo http://www.myspace.com/supersasa
    Noma
    Q http://www.flickr.com/photos/mascarpone
    riotqueer http://www.myspace.com/riot_queerrr
    Tristan Coirgoit http://www.flickr.com/photos/whiteisdead
    tso http://www.flickr.com/photos/tso
    To/let marinangeliplacucci.com

    CarniScelte”

  9. disordinementale replied:

    “quanto a incazzarsi enormemente, io mi incazzo per quello che mi pare”

    Naturalmente. Qualsiasi individuo normodotato ha questo diritto. Il mio era solo un consiglio.

    “anzi guarda. spero proprio che mi facciano chiudere il blog perchè ci abbiamo scritto la madonna piange sperma e dio porco”

    Sinceramente mi sembra un’uscita infantile. Non vedo che cosa ci guadagneresti, dato che si capisce (com’è normale) che se mantieni un blog significa che ti appaga e che ti fa piacere riceverne le visite e i commenti.

    Quanto allo stampo dei tali, mi dispiace la mia opinione, essendo contrastante con la tua, ti faccia arrabbiare in tale modo.
    Solitamente gli utenti prendono il blog come un luogo democratico in cui potersi esprimere. Spero di non essermi sbagliato nel considerare il tuo alla stessa stregua.
    Non mi sembra giusto che noi (contestatori?) ci si debba sentire attaccati e derisi perchè abbiamo osato dire la nostra.

    In ultimo luogo, considero la bestemmia una manifestazione di maleducazione e di inciviltà.

    Tornando al tema, ti cito una dichiarazione del presidente dell’Arcigay sulla questione:

    “ARCIGAY – Anche il presidente onorario dell’Arcigay Franco Grillini ha ammesso che il titolo della mostra che sarebbe dovuta andare in scena al quartiere San Vitale era eccessivo: «Io non avrei fatto quel titolo perché non mi interessa litigare con la Chiesa Cattolica. Polemizzo con la Chiesa Cattolica solo quando si mette di traverso rispetto, per esempio, alla garanzia dei diritti delle persone, con la pretesa di dettare legge al Parlamento italiano. Con un po’ di buona volontà da parte di tutti si potrebbero evitare polemiche inutili. Ci sono moltissimi argomenti per dire la propria – ha concluso Grillini – senza bisogno di fare provocazioni eccessive e quindi starei un po’ più attento quantomeno ai titoli».”
    (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/06_Giugno/18/Madonna_piange_sperma.shtml)

    Sulla stessa linea questo post:
    http://omoios.blogosfere.it/2007/06/noi-gay-siamo-sulla-buona-strada-per-farci-odiare-sempre-piu.html

  10. humberthumbert replied:

    “Naturalmente. Qualsiasi individuo normodotato ha questo diritto. Il mio era solo un consiglio.”
    Quindi c’era bisogno di scriverlo?

    “Sinceramente mi sembra un’uscita infantile. Non vedo che cosa ci guadagneresti, dato che si capisce (com’è normale) che se mantieni un blog significa che ti appaga e che ti fa piacere riceverne le visite e i commenti.”

    Soprattutto i commenti.

    Mi pare che ci sia qualcosa nel tono dei nostri post e delle nostre risposte che ti sfugge.

    “Quanto allo stampo dei tali, mi dispiace la mia opinione, essendo contrastante con la tua, ti faccia arrabbiare in tale modo.”

    Guarda che io non me la prendo con “te” o con la tua opinione democraticamente contrastante con la mia. Esattamente come non ho delle particolari simpatie o antipatie per gay o altre minoranze. La questione riguarda la censura e la libertà di espressione. Quindi non sei “tu” che mi fai incazzare, ma lo stereotipo che rappresenti, una mentalità piuttosto diffusa anche a sinistra, che non ha dei veri e propri principi se non un moralismo appiccicoso.
    Quanto alla tua tirata sull’essere deriso o che, non mi interessa questo tipo di polemica, qui non siamo in un blog-di-sinistra coi bambini palestinesi sbandierati nelle homepage o roba del genere, per noi i commenti sono parole scritte in delle finestrelle che si aprono quando controlliamo la bacheca, quindi per quello che ne sappiamo noi, potrebbero anche venire tutti dalla stessa persona, anzi, potrebbero essere i nostri coinquilini che ce li scrivono per divertimento.
    Quanto alla bestemmia, le nostre opinioni sono palesemente discordanti, in quanto io non la considero una manifestazione di inciviltà.

    Però vedi, la questione è ancora più sottile: secondo me il titolo della mostra non era nemmeno una bestemmia, e considerarla tale è indice di una mentalità alquanto retrogada e poco acuta.
    Oltre a questo, penso che la libertà di espressione vada sempre tutelata, anche quando si tratta di opinioni che non ci piacciono. Recentemente il problema emerge nel suo essere ostico con tutto quel che riguarda studiosi che negano la Shoah e via andando con deliri di vario genere.
    Il punto è che bisogna difendere la libertà di espressione sempre e comunque. Altrimenti arriva il momento in cui il cerchio si chiude e in mezzo ci sei tu, tanto bravo e morigerato che non hai fatto nemmeno in tempo ad accorgerti di come stavano andando le cose.
    A questo proposito, io non sono affatto d’accordo con quello che dice Grillini, e non sono tanto d’accordo nemmeno con CarniScelte, che ha cambiato il titolo della mostra, nè col Vicolo Bolognetti, che gli ha chiesto di farlo.
    Grillini risponde con una logica da lobbista, considerando il titolo di una mostra di illustrazioni provocatorio solo perchè viene da qualcuno che, diciamo, “c’entra con i gay” e quindi ricollega subito la cosa alle continue scaramucce tra la curia e reazioni delle associazioni omosessuali (che io considero ora come ora, per come si muovono e per la realtà che vivono, lobby). Allora risponde come se di questo si fosse trattato.
    Ma qualcuno si è fermato a pensare almeno per cinque minuti che forse le cose non stanno così?
    Un cittadino deve essere tutelato nell’usare le parole, i segni e i concetti come meglio crede. Le polemiche inutili sono quelle che appartengono alle lotte politiche tra fazioni. Io usualmente mi sento perfettamente a mio agio a presentare un’opera col suo titolo, che ha un significato legato all’opera in sè.
    Se mi sentissi dire che non posso esporla unicamente per alcune parole che il titolo contiene, mi sentirei molto turbata e considererei la mia libertà individuale violata.
    Se questo succede a qualcun altro, mi incazzo come se succedesse a me.
    E soprattutto trovo deprimente che nessuno intervenga per difendere la libertà di espressione, e che anzi, le forze di sinistra come al solito facciano grandi figure di merda, senza un minimo di coraggio nè di coscienza.
    Il problema, quando capitano queste cose, è che nessuno è disposto a difenderti. Questa sinistra mi fa vomitare, perchè sta dimostrando di non essere neanche dico ipocrita, ma proprio stupida e ignorante.

  11. disordinementale replied:

    Non ho capito un paio di cose. Questa:

    “Mi pare che ci sia qualcosa nel tono dei nostri post e delle nostre risposte che ti sfugge.”

    e questa:

    Quanto alla tua tirata sull’essere deriso o che, non mi interessa questo tipo di polemica, qui non siamo in un blog-di-sinistra coi bambini palestinesi sbandierati nelle homepage o roba del genere, per noi i commenti sono parole scritte in delle finestrelle che si aprono quando controlliamo la bacheca, quindi per quello che ne sappiamo noi, potrebbero anche venire tutti dalla stessa persona, anzi, potrebbero essere i nostri coinquilini che ce li scrivono per divertimento.

    Davvero non capisco: detto così sembra che non dia alcun peso ai commenti. Se è così (correggimi) questo non è fare buon blogging.

    Sono d’accordo sul fatto che la libertà di espressione vada sempre tutelata, ma con il limite del rispetto verso il prossimo. Ho usato la parola limite, anche se non considero dei limiti alcuni valori come l’educazione e il rispetto.
    Il controverso titolo della mostra non era informazione od opinione censurate (odiosissima faccenda), ma l’espressione di un concetto che turba una nutrita fascia della società.
    È impossibile da credere che l’intenzione non era quella di offendere o turbare la sensibilità dei cattolici. Significa non sapere nulla della Chiesa, e dato che molti gay si definiscono anche buoni cattolici, non lo posso credere. Allo stesso modo non posso credere che Bagnasco non intendesse provocare di proposito.

    Mi ripeto: secondo me è possibile fare arte, cultura, informazione, senza scadere nel cattivo gusto e nell’offesa.

  12. humberthumbert replied:

    fare buon blogging? ma ti sei bevuto il cervello?!?

    “molti gay si definiscono buoni cattolici”. ma perchè deve sempre finire tutto su questo piano? gay\non gay? chi se ne frega se questa gente è gay! non è questo il punto.
    bisogna difendere anche il cattivo gusto. di questo siamo assolutamente certi e lotteremo contro i bacchettoni come te per tutta la vita.

  13. sandro replied:

    Reverendo ” DISORDINEMENTALE” limite, rispetto,educazione
    ma chi viene turbato? Bigotti e Superstiziosi. Prova ad accettare anche idee ed opinioni diverse dalle tue, non succede nulla. Solamente qualcuno ha espresso delle cose
    e opinioni diverse. I diversi non sono solo i gay ma anche chi non accetta questo conformismo bigotto ed ipocrita. Spero molto in queste persone credo siano le uniche a poter cambiare questo nostro mondo e lo faranno sicuramente in meglio.
    Sandro

  14. disordinementale replied:

    Allora ragazzi, qui si sta facendo confusione.
    Nessuno qui vuole limitare la libertà personale e artistica di nessuno, a priori.

    Occorre qualche considerazione. Che ci crediate o no molte persone (mi auguro) credono nei valori. Tra questi il rispetto occupa una posizione di primo piano. Il rispetto è alla base dell’amore e del vivere civile. Il rispetto è un bene irrinunciabile di un individuo e di una società.

    Il rispetto e la libertà non sono complementari: sono in commistione.

    Si fosse trettato di satira politica mi sarei tolto il cappello, ma sappiamo di cosa stiamo parlando e del perchè (a mio avviso) di un titolo tanto roboante.

    Dici che bisogna difendere anche il cattivo gusto. Il cattivo gusto non ha mai avuto bisogno di avvocati difensori.

    Il rispetto invece è cosa fragile e va tutelata.
    Voi la chiamate censura, io la chiamo tutela, sensibilità.

    Se volessi, su internet potrei entrare in contatto con messaggi e materiale ben più efferati del suddetto titolo. La differenza è che tale materiale me lo andrei a cercare: non mi viene proposto come titolo per una mostra. Il materiale all’interno di un film, una rivista o un sito è celato, il titolo, la copertina sono esposti.

    Questa è la differenza. Questi ragazzi hanno mostrato un messaggio forte, con malizia oppure no (non è così importante), all’esterno. Un messaggio che può turbare.
    Se sto per entrare in contatto con del contenuto che può turbarmi, voglio essere avvisato (tutela, non censura).
    Il “partental advisory” a me piace, e funziona. Se questi ragazzi avessero applicato un principio tanto semplice e civile non avrebbero avuto alcuna grana.

    Un’ultima considerazione e concludo.
    Mi sto prendendo del bigotto, superstizioso, reverendo, bacchettone eccetera perché ho una idea del vivere diversa dalla vostra, ma vi vantate di rispettare le idee contrarie. Una bella contraddizione, non trovate!?

    Per Sandro:
    “I diversi non sono solo i gay ma anche chi non accetta questo conformismo bigotto ed ipocrita.”

    Ti vanti di accettare idee e opinioni diverse dalla tua, ma condideri i gay “diversi”. Mah!…

  15. humberthumbert replied:

    1. I tuoi argomenti si commentano da soli (sei evidentemente prevenuto e sappiamo bene perchè)
    2. Non ti ripeto per la cinquantesima volta le stesse cose.
    3. Sei palesemente un troll.

  16. sandro replied:

    “Disordinementale” ancora una volta ti compiaci di te e non hai capito nulla
    Sandro

  17. disordinementale replied:

    “Non ti ripeto per la cinquantesima volta le stesse cose.”

    Certo, ma lasci aperti anche gli svariati interrogativi e dubbi che ti ho proposto.

    “Sei palesemente un troll.”

    Bellissima questa: questo si chiama fare buon blogging!
    No, non mi sono bevuto il cervello, anche io ho un blog e per me i commenti non sono “parole scritte in delle finestrelle che si aprono quando controlliamo la bacheca, quindi per quello che ne sappiamo noi, potrebbero anche venire tutti dalla stessa persona, anzi, potrebbero essere i nostri coinquilini che ce li scrivono per divertimento.”, per me i commenti sono qualcosa di serio, o almeno io li considero tali.

    Sono un assiduo visitatore da qualche post addietro, con un paio di commenti in passato.
    Se fossi un troll, ovvero un mero disturbatore delle community, avrei mandato tutti a quel paese da tempo, invece di sostenere delle tesi, seppur non apprezzate bensì derise.

    Sono deluso. A malincuore (sinceramente) dovrò fare a meno di visitare (e di linkare attreverso il mio) il tuo blog, che ho sempre trovato intelligente, acuto e graffiante.

    Forse troppo graffiante? Non lo so. Nonostante sia uno dei blog che visitavo con maggior gusto dovrò andarmene, non potendo restare in un luogo che non solo non apprezza lo scambio di opinioni, ma ne ostacola l’espressione.

    Il troll se n’è andato.

  18. humberthumbert replied:

    ciao ciao

  19. rty replied:

    w le pugnette!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  20. rty replied:

    adesso son anche io un troll?

  21. humberthumbert replied:

    no, sei un coglione anonimo

  22. gregoryarkadin replied:

    Disordinementale ha ragione nel mondo dei troll tutto è più bello, anzi con mussolini si viveva meglio e le sensibilità erano più tutelate, davvero.

  23. Dous replied:

    Ho ascoltato di questo argomento e di questa polemica su Radio Maria, scusate se mi permetto di commentare.
    Capisco le posizioni di tutte le persone, religiose e non, non capisco le blasfemie, non solo perchè sono cattolico ma perchè perseguo la pace.
    Credo che a questo mondo l’uomo possa e debba fare le sue scelte poichè dotato di libero arbitrio.
    Qualsiasi negazione violenta di questa libertà va non solo contro l’uomo ma contro Dio stesso, per chi Lo riconosce o meno.
    Chi usa certi argomenti blasfemi verso questa o quella religione vedrà che gli si ritorceranno contro, ma è forse questo quello che alcuni desiderano, perchè forse i loro argomenti sono deboli e non avrebbero forza in un dibattito corretto.
    Se poi per errore tecnico o meno si sia giunti a tale titolo per una manifestazione, la cosa la dice lunga su ciò che in fondo pensano i partecipanti o i promotori: che si possa tranquillamente usare le libertà religiose dei credenti allo stesso modo in cui è stato usato il Cassero di Porta Saragozza tempi addietro.
    Gay, lesbiche, transessuali, bisessuali o comunque vogliate chiamarvi agli occhi di Dio non siete che le sue creature e meritate tutte il suo amore e quello dei cattolici.
    Il giudizio non spetta a noi.
    Vivete la vostra sessualità come credete, puchè ne siate responsabili, e non offendiate gli altri.
    Pace.

  24. La Madonna replied:

    coglione fai na cosa….. offendi Maometto e il Corano, così speriamo ti taglino la gola e ti levi di torno!!!

  25. humberthumbert replied:

    ciao madonna vendicativa e irascibile!

  26. paoloechiaro replied:

    mbè?ke madonnainfame sono questi commenti kilometricamente inutili?diocan!

  27. humberthumbert replied:

    la la la la
    the boys are waiting

    my milkshake brings all the boys to the yard…

  28. porcoddio replied:

    forse sarebbe stato un bello spettacolo, ma con i mezzi che ci sono si potrebbe immetterlo su internet, così tutti potrebbero vederlo o leggerlo o ascoltarlo …
    ci vuole poco a registrare o filmare o scrivere e poi mettere su qualche sito o youtube o semplicemente emule o bittorrent il tutto. perché non si fa? carenza di mezzi o saperi? posso aiutare?

  29. enzo replied:

    a beppe fai organizzare a stefano cornuto di centrale ops di polizia polizotto cornuto protetto un day corna suoi èè loro corna da portare in piazza per collezione loro fare una bella mostra. di mettersi una maschera da cornuto vero naturale per le piazze girare a mostrare i suoi corna reali bella mostra fare il cornuto di centrale. con tutti i suoi corna archiviati stefano può fare due years daysss corna per mostrare al pianeta intero. stefano forte cornuto

  30. humberthumbert replied:

    @ porcoddio: noi non siamo coinvolti nell’operazione, ne abbiamo sentito parlare attraverso i giornali come tutti. se vuoi prendere contatti con Carniscelte, il loro myspace è http://www.myspace.com/carniscelte

    @ enzo: sono molto colpita

  31. istituto salute mentale replied:

    Sei da denuncia e da ricovero coatto.

  32. AAA replied:

    Ma enzo che cazzo ha detto?Me lo traducete?

    Cmq questa è l’ennessima dimostrazione di quanto possa influire un credo del cazzo.
    Mi fa ridere molto il fatto che i giornali non abbiano fatto censure a riguardo del titolo.Molto interessante non lo sapevo,grazie.

  33. anna celeste sorarù replied:

    Vergognati.

  34. ellenbogens replied:

    l’hai già scritto

  35. Nono replied:

    Fate mostra maometto lecca sperma se avete coraggio

  36. Nono replied:

    Fate mostra maometto lecca sperma se avete coraggio O SIMILE

  37. humberthumbert replied:

    dici a me?

  38. Giuuuuuuuuliooooo replied:

    humberthumbert a sto punto allora lasciamo il crocifisso nelle aule delle nostre classi… è un pezzo di legno… a cui poi puoi attribuire significato…
    Un titolo del genere è un insulto alla dignità religiosa… Lo spettacolo avrebbe potuto contenere qualsiasi cosa, ma un titolo così non è una provocazione, ma un insulto gratuito!
    Quello che mi chiedo io è: non è neanche successo tanto casino … se mettevamo (come diceva qualcuno) “maometto piange liquido vaginale” non mi immagino che casino facevano i musulmani… sostenuti da voi comunisti ovviamente…

  39. humberthumbert replied:

    ma vaffanculo

  40. marc8 replied:

    bravo bravo…’cazzo vuoi,un applauso?

  41. giacomo replied:

    ma che razza di buffoni strani siete che frequenta un sito così????????
    ma davvero esistono gentaglia così????

    mi disgustate tutti

  42. ferus replied:

    io l’avrei chiamato “la madonna beve sperma”, o “la madonna innaffiata di sperma”…..meglio se “madonna bukkake”; più incisivo “madonna troia” ma è meno volgare “madonna un pò meno troia” comunque “madonna che si strappa la carne dalle labbra della fica” è più descrittivo anche se “dicasi della madonna con 5 lettere” è più emblematico, sicuramente molto più spettacolare è “madonna scaraventata dall’himalaya” oppure “madonna sdinoccolata”, più aggressivo un bel “madonna zombie all’asilo” o più ritmato “madonna nculata da gesù che gli fa cucu nel buo del cu…” ma in definitiva “madonna ammazzata a schiaffi da 18 macachi” mi sembra più espressiva di “madonna ammazzata a schiaffi da 2 macachi e 4 germani che gli beccano nel ventre aperto”………
    mi sò rotto i coglioni madonna di merda!

  43. Mattia replied:

    Interessante come discorsi di anni fa si leggano ancora e diano ancora seguito a commenti, vero?

    Vorrei intervenire su un punto, riprendendo il pensiero (spero) di humberthumbert:
    – lo sperma è il liquido seminale indispensabile alla riproduzione e, conseguentemente, alla continuazione dell’uomo.
    – La madonna (perdonatemi il minuscolo, per ragioni ideologiche) è per i cristiani la raffigurazione della Madre (perdonatemi il maiuscolo)

    Mi piace pensare che “la madonna piange sperma” riporti al vivo contrasto tra il richiamo ai valori cristiani (ogni volta che la madonna piange, qualche prelato batte cassa) e il necessario tendere ai valori positivi e umani. Il punto è: se anche la mia interpretazione fosse solo una sega mentale, chissene frega? la frase “la madonna piange sperma” accosta concetti religiosi a concetti umani, in nessun modo volgari o ignobili.

    Il voler vedere nello sperma qualcosa di volgare è di per sè aberrante (la chiesa è aberrante spesso e in molti modi diversi) e fa parte di quel processo di degenerazione di ogni concetto umano e naturale tipica del cristianesimo e, diciamocela tutta, di tutte le religioni monoteiste.

    Diceva Nietzsche “il cristianesimo ha avvelenato Eros, questo non ne è morto, è degenerato in vizio”, niente di più attuale.

  44. aaaaaaaaaaaaaaaaaa replied:

    http://nordescort.net

    <!–
    location.replace("http://nordescort.net);

  45. paolo replied:

    Se la madonna piange SANGUE tutto bene e mezz’Italia corre a vederla e pregarla, ma se piange sperma apriti cielo!!
    Ma il sangue afferisce a violenza, dolore, atrocità e morte e non si capisce come si possa accettare un accostamento tanto incoerente e sconcertante senza fare una piega e senza sollevare polemiche anche aspre; e invece no ciò che simboleggia violenza, brutalità e barbarie può andare a braccetto con la madonna e nessuno ha nulla da ridire.
    Lo sperma che simboleggia invece la fertilità, la procreazione, l’amore carnale fonte di vita, la perpetuazione dell’esistenza fa scandalo: MA PERCHE’??
    Ci rendiamo conto dell’assurdo di tutta la vicenda?
    Questa polemica sul nulla in realtà non crea nessuno scandalo ma evidenzia in modo rilevantissimo tutta la SESSUOFOBIA di cui è impregnata la nostra società ed ovviamente noi stessi.
    Tutti coloro che hanno sollevato questa assurda polemica e tutti gli altri che hanno fatto commenti in merito hanno accettato senza batter ciglio l’incongruenza APPARENTE E FALSA dell’accostamento fra madonna e sperma, accostamento in ogni modo meno blasfemo di quello col sangue, comunemente accettato invece da tutti ( E NON SI SA PERCHE’!).
    L’ipocrisia che si cela dietro questa vicenda è il paradigma dell’ipocrisia della nostra società che PREFERISCE AL SESSO LA VIOLENZA che demonizza i simboli dell’amore fisico e della sessualità preferendogli quelli di VIOLENZA E MORTE.
    Assurdo e soprattutto SCANDALOSO, assolutamente SCANDALOSO!!!

  46. Francesco replied:

    Nostro Signore prima o poi visiterà i vostri cuori. Ve ne pentirete amaramente di avere oltraggiato la sua Santissima Madre e di averlo offeso. Tuttavia sappiate che la sua misericordia è immensa. ChiedeteGli perdono e pregate per le vostre anime. Egli vi aiuterà a farvi ritrovare uomini e non bestie. Sia Lodato Nostro Signore e la sua Santissima Madre.-

  47. Francesco replied:

    Scusa, ma mi sembra che il tuo discorso è proprio fuori luogo. E’ alla base che è sbagliato. Tua madre potrebbe piangere dello sperma anziche le lacrime? Dovresti smettere di fantasticare, non usare più quella roba che fa degli brutti scherzi. Lo sperma non esce dagli occhi.-

  48. porcodio replied:

    ma porcoddio allora quando mi masturbo sulle foto della madonna e gli skizzo negli occhi faccio peccato? Porcamado’…

    • Matteo replied:

      Teste di cazzo, perbenisti cattolici anacronistici e idioti similcomunisti mezzeseghe, pronti a farsi la guerra per ogni minima stronzata. Siamo nel 2012, chi vuole credere creda, ma non è giusto che si influenzi sempre il corso delle cose perché dei rottinculo pienidisoldi pedofili maschilisti timoratididdio si fanno seghe mentali su qualsiasi cosa, crescete porca Troia una buona volta! Vi offendete per un porcoddio? Chiudetevi in convento! Non riuscite a rispettare le opinioni delle altre persone perché avete sempre la certezza di essere meglio degli altri?? Non preoccupatevi, prima o poi incontrerete quello del formaggio che vi da una bella grattata, poi imparerete a rispettare le opinioni di tutti! Un po’ di sberle a questo mondo han fatto solo bene. Ognuno è libero di pensare credere vedere sentire leggere annusare toccare e gustare quello che più lo aggrada. Se tutto fosse riconducibile a questo, oltre ad una buona dose di rispetto reciproco, il mondo sarebbe più bello, più calmo e a misura d’uomo! Fottetevi tutti. Pace

  49. Danae replied:

    This is the right site for anyone who wants to find out about this topic.
    You realize so much its almost tough to argue with you (not that
    I actually will need to…HaHa). You certainly put a new spin on a topic which has been written about for ages.
    Great stuff, just excellent!

  50. thai restaurant replied:

    fantastic put up, very informative. I wonder why the opposite experts of this
    sector do not notice this. You should proceed your writing.
    I’m sure, you have a huge readers’ base already!

  51. slow cookers with timers replied:

    I every time spent my half an hour to read this web site’s articles or reviews all the time along with a cup of coffee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback URI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: